Certificato camerale

Il certificato camerale è un documento con valore legale che viene stampato su apposita carta camerale su cui sono riportati i dati di un azienda.

Campo obbligatorio, scegliere un'opzione
Campo obbligatorio, scegliere un'opzione
Campo obbligatorio
Opzionale
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Opzionale
Campo obbligatorio
Opzionale
Codice fiscale non valido
Campo obbligatorio, scegliere un'opzione
Opzionale
Campo obbligatorio, scegliere un'opzione
Campo obbligatorio, scegliere un'opzione

ATTENZIONE. Sul certificato originale che sarà consegnato, il cliente dovrà apporre una o più marche da bollo, così come indicato sullo stesso certificato.


Completare i dati per continuare la richiesta del documento

Descrizione


Il certificato camerale è un documento ufficiale che si ottiene dalla banca dati telematica della Camera di Commercio ha valore legale e la sua validità è di 6 mesi dalla data di rilascio. Sul certificato viene applicato un bollino della C.C.I.A.A che attesta l'autenticità del documento e il relativo assolvimento dei diritti.
Contiene le seguenti informazioni:

  • Sede;
  • Partita iva;
  • Titolari e Soci;
  • Capitale sociale;
  • Oggetto sociale;
  • Albi, ruoli e licenze.

E' possibile richiedere due tipi di certificato:

Certificato ordinario

Nel certificato d'iscrizione camerale sono riportati tutti i dati dell'azienda. 

Certificato storico

Nel certificato d'iscrizione camerale storico sono riportati tutti i dati dell'azienda a partire dalla data della sua prima costituzione.

Certificato in bollo o esente dal bollo

Qualora il certificato sia richiesto IN BOLLO, sull'originale che sarà consegnato, il cliente dovrà apporre una o più marche da bollo, così come indicato sullo stesso certificato. La quantità di marche da apporre varia in funzione della lunghezza del certificato.

Nel caso in cui il certificato sia richiesto in esenzione dal bollo, è necessario indicare il motivo con una delle seguenti chiusure:

A - INPS ed INAIL - SI RILASCIA IN ESENZIONE DELL'IMPOSTA DI BOLLO AI SENSI DELL'ART. 38 DEL D.P.R. 26/10/1972 N. 633 E DEL D.P.R. 955/82 TABELLA ALLEGATO B ART. 5 PER USO RIMBORSO IVA. L'EVENTUALE USO PER FINI DIVERSI RICADE SOTTO LA PERSONALE RESPONSABILITA' DELL'UTENTE.

B - Rimborso tributi - SI RILASCIA IN ESENZIONE DELL'IMPOSTA DI BOLLO AI SENSI DELL'ART. 38 DEL D.P.R. 26/10/1972 N. 633 E DEL D.P.R. 955/82 TABELLA ALLEGATO B ART. 5 PER USO RIMBORSO IVA. L'EVENTUALE USO PER FINI DIVERSI RICADE SOTTO LA PERSONALE RESPONSABILITA' DELL'UTENTE.

C - Finanziamenti - IL PRESENTE CERTIFICATO SI RILASCIA IN ESENZIONE DELL'IMPOSTA DI BOLLO AI SENSI DELLA LEGGE 16/09/1960 N. 1016 ART. 7, PER USO FINANZIAMENTO A MEDIO TERMINE AL COMMERCIO. L'EVENTUALE USO PER FINI DIVERSI RICADE SOTTO LA PERSONALE RESPONSABILITA' DELL'UTENTE.

D - Finanziamenti - IL PRESENTE CERTIFICATO SI RILASCIA IN ESENZIONE DELL'IMPOSTA DI BOLLO AI SENSI DEL D.P.R. 29/09/1973 N. 601 ARTT. 15 E 16 PER LE OPERAZIONI DI CREDITO. L'EVENTUALE USO PER FINI DIVERSI RICADE SOTTO LA PERSONALE RESPONSABILITA' DELL'UTENTE.

E - Finanziamenti - IL PRESENTE CERTIFICATO SI RILASCIA IN ESENZIONE DELL'IMPOSTA DI BOLLO PER ESENZIONE FISCALE DI CUI ALLA LEGGE 22/07/1966 N. 614 E SUCCESSIVE MODIFICHE. L'EVENTUALE USO PER FINI DIVERSI RICADE SOTTO LA PERSONALE RESPONSABILITA' DELL'UTENTE.

H - Tributi onlus - SI RILASCIA IN ESENZIONE DALL'IMPOSTA DI BOLLO AI SENSI DELL'ART. 17 DEL D. LGS. 04.12.1997 N. 460 RELATIVO AL RIORDINO DELLA DISCIPLINA TRIBUTARIA ONLUS.

I - Prodotti petroliferi - IL PRESENTE CERTIFICATO SI RILASCIA IN ESENZIONE DELL'IMPOSTA DI BOLLO PER LA CONCESSIONE DI PRODOTTI PETROLIFERI AGEVOLATI DI CUI AL D.M. 68/83.

L - Esenzione generica - A RICHIESTA DELL'INTERESSATO SI RILASCIA IL PRESENTE CERTIFICATO IN ESENZIONE DELL'IMPOSTA DI BOLLO PER GLI USI CONSENTITI DALLA LEGGE. L'EVENTUALE USO PER FINI DIVERSI RICADE SOTTO LA PERSONALE RESPONSABILITA' DELL'UTENTE.

M - Estero - AI SENSI DELL'ART.40 DEL DPR 28.12.2000, N. 445 IL PRESENTE CERTIFICATO E RILASCIATO SOLO PER L'ESTERO.

Per richiedere il certificato camerale


In primis, è obbligatorio selezionare il tipo di certificato da richiedere, se ordinario o storico e se riguarda una ditta individuale o una società.

Se viene fatta richiesta di un certificato per società, è necessario compilare i campi con i dati dell'impresa inserendo la denominazione / ragione sociale, la partita iva o il codice fiscale ed infine specificare la provincia e il comune della sede di interesse.

Il codice fiscale o partita iva è un dato obbligatorio per procedere alla richiesta del certificato, consigliamo di fornire le informazioni aggiuntive o compilare anche i campi facoltativi.

Se viene fatta richiesta di un certificato per ditta individuale, è necessario compilare i campi con i dati della ditta individuale inserendo cognome, nome, codice fiscale, provincia e comune impresa.

Anche inquesto caso, il codice fiscale o partita iva è un dato obbligatorio per procedere alla richiesta del certificato, in caso di possibili omonimie o richieste specifiche consigliamo di fornire le informazioni aggiuntive o compilare anche i campi facoltativi.

Infine, è necessario specificare  se il certificato è esente da bolli (in questo caso bisogna specificare la chiusura) oppure si tratta di un certificato in bollo.

N.B.

Sul certificato originale che sarà consegnato, il cliente dovrà apporre una o più marche da bollo, così come indicato sullo stesso documento. La quantità di marche da apporre varia in funzione della lunghezza del certificato, nello specifico va applicata una marca da bollo di € 16,00 per ogni 100 righe di testo.

Potresti essere interessato anche a: