Successione online

Con la successione online di Team Service puoi avviare questa pratica senza complicate compilazioni di documenti. Tutto quello che devi fare è inserire i dati che trovi nel modulo sottostante; i nostri professionisti ti contatteranno poi per comunicarti l'importo totale delle imposte, inviarti la pratica di successione da visionare e firmare, gestire la voltura catastale e fornirti una copia conforme.

Erede che inoltra la successione

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Codice fiscale non valido

Erede che paga le imposte

Campo obbligatorio, scegliere un'opzione
Campo obbligatorio

Su tale IBAN verrà richiesto l'addebito delle imposte di successione.


Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Codice fiscale non valido
Campo obbligatorio

Su tale IBAN verrà richiesto l'addebito delle imposte di successione.


Numero di eredi

Campo obbligatorio, scegliere un'opzione

Patrimonio

Campo obbligatorio, scegliere un'opzione
Campo obbligatorio, scegliere un'opzione

Allegati

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Opzionale
Campo obbligatorio
Opzionale
Campo obbligatorio
Opzionale
Campo obbligatorio
Opzionale

Allegare visure catastali o altra documentazione che descriva i beni immobili da portare in successione: appartamenti, uffici, box, terreni, ecc...


Campo obbligatorio

Allegare documentazione e descrizione dei beni mobili da portare in successione: conto corrente bancario, titoli, quote societarie, veicoli, oggetti preziosi, ecc...


Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Opzionale
Campo obbligatorio, scegliere un'opzione

Ti contatteremo per acquisire tutti i documenti che non sei riuscito ad allegare qui.


Completare i dati per continuare la richiesta del documento

100% pagamenti sicuri

Come richiedere la pratica di successione online con Team Service

Va specificato che, prima di poter avviare la pratica di successione, è necessario accettare l'eredità del de cuius (ovvero del defunto). Solo dopo sarà possibile fare richiesta di successione all'Agenzia delle Entrate per determinare le imposte da pagare, i beni e i crediti ricevuti.

Per usufruire del servizio di dichiarazione di successione telematica con Team Service, inizia con l'indicare l'erede che inoltra la successione, specificando poi chi è l'erede che si occuperà del pagamento delle imposte. Per quest'ultimo, sarà richiesto di specificare l'IBAN bancario su cui saranno addebitate le imposte e le tasse della pratica.

Indica poi il numero di eredi che sono inclusi nella successione: possono essere fino ad un massimo di 5; qualora fossero di più, sarà necessario elaborare un apposito preventivo cliccando QUI (siamo sicuri che il link presente sul sito sia corretto?).

Nello step seguente della successione online, indica se ci sono beni mobili (conti correnti, titoli, azioni, quote societarie, veicoli, preziosi, ecc.)  o immobili (terreni o fabbricati) da portare in successione (massimo 3). Se ci sono, allega la relativa documentazione per attestare la veridicità delle informazioni date.

Infine, allega il certificato di morte del de cuius, i documenti di identità degli eredi e la documentazione attestante il possesso di beni.

Il nostro staff ti contatterà per comunicarti il totale delle imposte da pagare e ti invierà la pratica di successione da visionare e firmare, gestirà la voltura catastale e ti fornirà una copia conforme.

Appena la documentazione sarà pronta, potrai visualizzarla nella tua area personale cliccando su "storico dettagli e ordini".

ATTENZIONE: le imposte saranno calcolate solo dopo il completamento di tutta l'attività di predisposizione della successione e saranno comunicate prima dell'invio della pratica all'Agenzia delle Entrate.

Pertanto, il nostro operato per la successione online, per il quale sono state pagate le commissioni in fase di ordine, si intende completato con la predisposizione della pratica a prescindere dall'ammontare delle imposte.

Cos'è la dichiarazione di successione

La pratica di successione online è una procedura giuridica che prevede il trasferimento del patrimonio ereditario della persona defunta ai suoi eredi.

La successione può essere di due tipi:

  • Successione testamentaria: quando è regolata da un testamento valido redatto dal soggetto prima del decesso.
  • Successione legittima: quando il defunto non ha lasciato testamento (o quest'ultimo è nullo) ed è la legge a dover trovare gli eredi.

La successione legittima identifica poi 5 tipi di eredi:

  • Il coniuge;
  • I discendenti (i figli);
  • Gli ascendenti (i genitori);
  • I collaterali (fratelli o sorelle);
  • Gli altri parenti e lo Stato.

Imposte di successione: quanto pagano gli eredi?

L'importo dell'imposta varia a seconda del grado di parentela dell'erede rispetto al defunto. In particolare:

  • Coniugi e parenti diretti: l'imposta di successione è del 4% per un valore massimo dell'eredità di un milione di euro netti
  • Fratelli e sorelle: 6% per un valore massimo di 100 mila euro
  • Parenti fino al quarto grado, affini fino al terzo grado: 6% per un valore massimo netto, senza franchigia
  • Altri soggetti (amici, conoscenti ecc.): 8% sul valore netto trasferito, senza franchigia.

La legge  104/1992 prevede inoltre una franchigia di 1,5 milioni di euro per le successioni verso soggetti portatori di handicap grave.

Quando fare la dichiarazione di successione

La dichiarazione di successione va presentata entro e non oltre i 12 mesi dal decesso.

Dichiarazione di successione tardiva: il costo delle sanzioni

La mancata presentazione della dichiarazione di successione entro i 12 mesi previsti prevede il pagamento di una sanzione al momento della presentazione successiva.

La sanzione amministrativa in caso di  omissione della registrazione della dichiarazione va dal 120% al 140% dell'imposta dovuta. Nel caso in cui non sia dovuta alcuna imposta, la sanzione si aggira tra i 250 e i 1000 euro.

Le sanzioni previste invece per i casi di ritardo:

  • ritardo di massimo 30 giorni nella presentazione: dal 60% al 120% dell'imposta dovuta oppure da 150 a 500 euro se non è dovuta alcuna imposta
  • ritardo sul versamento dell'imposta (da fare entro massimo 60 giorni dalla richiesta): sanzione del 30% sull'importo da versare.